about us hero

Raccolta veicoli fuori uso

Dal 1° Gennaio 2007 è entrato in vigore il Decreto Legislativo relativo ai veicoli da rottamare.

Questo Decreto e le successive modifiche rappresentano l'attuazione della "Direttiva europea 2000/53/CE sui veicoli da rottamare" nella legge italiana secondo cui l'ultimo proprietario del veicolo stesso è tenuto a consegnare la propria vettura fuori uso ad un centro di recupero/di raccolta o presso un'azienda autorizzata al trattamento della vettura.

 

In tale sede viene rilasciato il certificato di rottamazione con il quale si assume l'impegno alla radiazione del veicolo dal PRA (Pubblico Registro Automobilistico).


Il ritiro dei veicoli a fine vita deve essere gratuito nei confronti del detentore o possessore del mezzo e si applica a tutti i veicoli per il trasporto di passeggeri dotati al massimo di nove posti, per un peso totale ammesso di 3,5t.

 

La normativa prevede inoltre che le case costruttrici e gli importatori di veicoli nuovi, insieme con gli altri operatori economici del settore, rispettino gli obiettivi di riciclaggio e recupero dell'85% in peso entro il 2006 e del 95% in peso entro il 2015.

 

In particolare da Luglio 2002, il riciclaggio deve avvenire a costo zero per il proprietario della vettura, indipendentemente dall'anno di immatricolazione.

 

Il Decreto definisce inoltre le ulteriori condizioni di idoneità del veicolo al ritiro gratuito:

 

  • I veicoli devono essere consegnati presso un impianto per il ritiro gratuito indicato dalla casa costruttrice.
  • Il veicolo deve essere completo, ovvero contenere gli elementi essenziali: motore, trasmissione, carrozzeria, centraline elettroniche e catalizzatore.
  • Il veicolo deve essere esente da rifiuti aggiunti (ad es. rifiuti derivanti da attività di giardinaggio/domestici, ulteriori pneumatici ecc.).

 

Mazda Italia ha istituito una rete di Centri di Raccolta adeguata al territorio ed al proprio parco circolante. Presso tali Centri, Mazda garantisce il ritiro gratuito in linea con i requisiti posti dal Decreto e sopra esposti.

 

Consulta i centri di raccolta convenzionati